Francesca Borghi

Psicologa, psicoterapeuta di coppia e familiare, ipnoterapeuta

Abbinando fiori di Bach e visualizzazione si ottiene un effetto terapeutico ancora maggiore. È possibile inserire la metafora del significato di un fiore sia in un’ipnosi che in una visualizzazione ed ottenere risultati ancora più profondi di quelli ottenuti assumendo la diluizione in gocce. Provate a creare percorsi come il seguente.

Il giardino per la pace del cuore:
Passeggiando nella campagna senza alcuna direzione, mentre elencavi nella tua mente tutte le ingiustizie subite, ti stavi perdendo nei percorsi della tua mente. Ma poi hai incontrato una piccola pianta di agrifoglio (holly per la rabbia) dalle foglie indurite e pungenti che ha aperto le sue bacche lasciandole fiorire verso gli altri, come un guerriero che depone le armi e si spoglia della sua armatura. Sei passato accanto ad un salice che, invece di piangere le sue disgrazie verso il basso, ha deciso di liberarsi di tutti i pesi della rabbia lasciandoli cadere a terra (willow per il rancore). Sei rimasto ad osservare un cespuglio di erica (heather per le pretese e i capricci) pieno di fiori rosa che, invece di pretendere l’attenzione degli altri, ha imparato ad ascoltare il brusio delle api che volteggiano sui suoi fiori. Hai sentito il profumo intenso di un ciliegio selvatico (cherry plum per la paura degli scoppi d’ira) che, nella sua esplosione improvvisa e senza controllo di boccioli, esprime il bianco della pace e della calma interiore. Finché sei giunto a camminare sotto un faggeto di alberi alti maestosi ed hai visto che ognuno di essi, pur elevandosi su tutte le altre piante, non le guarda dall’alto, ma usa la sua altezza per guardare lontano e comprendere il significato della vita senza perdersi nei dettagli dell’imperfezione (beech per chi giudica). Allora hai ritrovato la tua strada.

Francesca Borghi

Psicologa, psicoterapeuta di coppia e familiare, ipnoterapeuta